25 aprile 1945

25 aprile 1945

Sono nata
nella casa
dalle tegole
rotte
e finestre
di vento.

Rifiorivano
i meli
sui campi
incrostati
di sangue.
La Liberazione
cantava
marciando
tra garrule
bandiere
e carri armati
a gremire
le piazze.

Ancora …
piange
la terra.

Graziella Cappelli

2018-05-03T15:23:47+00:00

2 Commenti

  1. luisa bolleri 30 maggio 2018 al 11:34 - Rispondi

    Rifiorivano
    i meli
    sui campi
    incrostati
    di sangue.
    La follia inspiegabile e inaccettabile della guerra, sommata alla povertà, rimane tra i ricordi anche dopo la fine delle ostilità. A lenire il dolore la forza tenace della natura.

    • Graziella 30 maggio 2018 al 19:22 - Rispondi

      Sì, Luisa. La natura è anche questo. Grazie di cuore.

      Graziella

Scrivi un commento